Protezione solare: A ogni pelle la sua crema


protezione solare beauty malka

Già gli antichi Egizi adoravano il Sole. Anche noi oggi lo veneriamo e lo amiamo.

Quando giunge finalmente la primavera, le giornate si allungano e il clima è più mite, tutti noi desideriamo esporci ai suoi raggi per portarci avanti con l’abbronzatura in vista dell’estate.

Siamo sinceri, un po’ di colore piace a tutti! Ma gli effetti della tintarella non sono sempre gradevoli, se l’esposizione al sole non è stata fatta pensando al benessere della pelle.

Gli effetti negativi del sole sono ormai noti a tutti: i raggi possono provocare gravi scottature, eritemi, fino all’insorgere di macchie permanenti, rughe e assai più grave, melanoma.

È naturale allora parlare di come possiamo goderci il sole un po’ più in tranquillità: utilizzare sulla pelle una buona crema solare. Teniamo sempre a mente quanto sia importante per la nostra salute usare dei prodotti specifici e performanti.

Attenzione alla troppa esposizione solare

Sappiamo che esporsi al sole tra mezzogiorno e le tre è sicuramente poco indicato, perché i raggi UVA e UVB arrivano più diretti e possono fare più danni; ma se proprio non sappiamo resistere alla tentazione della tintarella, bisogna prevenire una quasi certa scottatura con la giusta protezione.

Una pelle più chiara ha bisogno di una crema che sia almeno SPF (Sun Protection Factor) 50, soprattutto per le prime esposizioni ai raggi. Se no fosse chiaro il significato di SPF, lo si può pensare come un indice che ci dice quanto di più possiamo stare al sole rispetto a se non avessimo messo la crema.

Ad esempio una crema SPF 15 può farci stare al sole 15 volte di più rispetto a quanto potremmo senza la stessa!

Allarme protezione solare

Le creme giuste per ogni tipo di pelle

Ogni pelle ha bisogno di una crema specifica: una pelle sensibile dovrà privilegiare l’utilizzo di un prodotto che non contenga profumazioni aggiunte, una pelle grassa deve stare attenta ad usare prodotti che contengano formule di sintesi chimica ma preferire filtri solari minerali.

Per i bambini è da privilegiare una crema SFP 50 . Questa in particolare contiene filtri tecnologicamente fotostabili e filtri fisici che garantiscono la massima protezione, ed estratti lenitivi.

La versione adulti, consigliata particolarmente per pelli di fototipo molto sensibile ai raggi, FPS 50 protegge dai raggi UVA e UVB, e anche essa contiene filtri tecnologicamente fotostabili.

È molto importante e da tenere a mente che cicatrici o nei hanno bisogno anche essi una protezione specifica, una crema che sia un concentrato protettivo per parti del corpo molto sensibili.

Malka offre una crema specifica che contiene filtri fotostabili e fitocomplessi di Aloe Vera, Malva e semi di Lino.

Ma parliamo nello specifico dei filtri fisici: sono ingredienti formati da particelle minerali e quindi molto spesso sono naturali. I più noti sono l’argille, lo zinc oxide e il titanium dioxide (biossido di titanio).

Essi sono in grado di proteggere la pelle senza trattenere il calore come invece succede con i filtri chimici, riflettendo i raggi solari restando in superficie e lasciandone passare solo una quantità limitata.

Inoltre non scompongono e non interagiscono con le radiazioni, ma semplicemente respingono le frequenze UVA e UVB. Altri filtri sono quelli chimici che invece sono molecole che assorbono selettivamente parte delle radiazioni UVA e UVB, quindi assorbono energia che viene poi rilasciata nel corpo sotto forma di calore o fluorescenza.

Post in evidenza